Regione Emilia-Romagna

Aree Verdi

Parchi Pubblici

Parco Pubblico degli "Sceriffi Ecologici" - Tresigallo, Via del Mare
Parco Arcobaleno - Tresigallo, Via dello Sport (riservato ai bambini della scuola matena statale
Parco della Libertà - Final di Rero,  Via della Libertà
Parco Primavera - Rero,  Chiesa parrocchiale
Parco dello Sport - Roncodigà, Via Ponte Tuoni
 

Aree Verdi

Tresigallo - Via Resistenza - Parco del Sole
Tresigallo - Viale Nord - Parco Smeraldo
Tresigallo - Via Giovanni XXIII - Parco dell'Amicizia
Final di Rero - Via Argine Sx Volano - Parco del Porto
 

Via delle Siepi

Final di Rero - Via Argine Sx Volano
 

Viale dell'ascolto

Final di Rero - Via Argine Sx Volano
 

Piazzola sosta ecologica camper

Tresigallo - Via dello Sport
Punto di scarico per autocaravan
E' accessibile tutti i giorni 24 h su 24h. La fruizione è gratuita.
L'area è illuminata, è dotata di n. 1 fontanella per il rifornimento idrico. I pozzetti non sono autopulenti

 

Via delle Siepi

 

 

Via delle siepi

 

Via delle Siepi

Ai margini della strada ciclabile che costeggia il Po di Volano si trova una zona comprendente una grandissima varietà di arbusti spontanei che danno ospitalità a tantissime specie di uccelli nidificatori. Persino la LIPU è interessata a questa zona! Sono state classificate tutte le specie arboree presenti e tutte le specie animali che vivono in quest'area.
Stretta tra l'argine del fiume da un lato e vasti campi coltivati dall'altro, la Via delle Siepi è un' area di riequilibrio ecologico in costante incremento, caratterizzata da una vegetazione spontanea.
Qui nidificano lo scricciolo, il merlo e il pettirosso e una fauna di piccoli animali selvatici trova il suo habitat naturale tra arbusti che crescono liberamente in belle siepi, spinose, forti o fragilissime, ma testimoni di un equilibrio che ricorda le radici e la vita stessa dell'uomo.

Viale dell'Ascolto

 

 passerella

Viale dell'Ascolto

Ai margini della via delle Siepi, tra un groviglio di rami, rovi e cespugli, si apre il viale dell’Ascolto. Qui si entra in un piccolo mondo in cui ti aspetti di incontrare all’improvviso gnomi, folletti e fatine del bosco.

Attraverso un percorso sinuoso si arriva ad un’ampia radura attrezzata ad aula didattica, con sedute ricavate da legno recuperato e poste davanti a due scranni che potrebbero essere i troni del Re e della Regina del bosco. Un luogo semplice ma dalle suggestioni intense.

In quanto estremamente naturale, un luogo praticabile solo durante la bella stagione.

torna all'inizio del contenuto